Ninfee intersubgeneriche (ISG)

Ninfee rustiche  Ninfee tropicali Ninfee giganti Fior di Loto Piante carnivore Orecchie d’elefante



Si tratta di ibridi ottenuti incrociando ninfee rustiche con tropicali. Per molti decenni i più grandi ibridatori all mondo hanno cercato di ottenere una ninfea rustica (resistente al freddo) con fiori dai colori sgargianti come quelli delle ninfee tropicali. In particolare la speranza era incentrata sulla tinta blu e porpora. In tutto questo lungo tempo furono fatti migliaia di tentativi soprattutto dall’americano Perry Slocum il quale ottenne eccezionali varietà come la ‘Black Princess’, ‘Perry’s Fire Opal’, ‘Almost Black’e molte altre…ma con nessuna di queste centrò l’obiettivo.

Si dovette attendere il 2007 quanto il thailandese Pairat Songpanish annunciò la creazione della prima ninfea con quelle caratteristiche che tanto attendavamo: la ‘Siam Blue Hardy’. Dopo oltre un secolo, da quando il primo ibridatore Joseph B. Marliac inizio l’entusiasmante avventura di incrociare ed ottenere nuove spettacolari varietà, il Pairat diede inizio all’era moderna delle ninfee.

Da quel momento in poi molti altri ibridatori si sono concentrati per ottenere altre forme e colori con le ISG ed i risultati, non hanno tardato ad arrivare… Infatti nel 2010 l’americano Mike Giles, ha ottenuto una serie infinita di varietà a dir poco sbalorditive!

Naturalmente gli appassionati coltivatori come noi non vedono l’ora di possedere queste
meraviglie, ed è così che da sei anni ne stiamo coltivando alcune. In questo periodo abbiamo avuto modo di testare ed osservare nelle nostre vasche, le varietà più belle ottenute da Pairat Songpanish. Attualmente possiamo affermare che la bellezza dei fiori, delle foglie ed in generale di tutte le queste piante, è indiscutibile!