Informazioni generali

– Per Ninfea rustica si intende la ninfea perenne resistente al gelo, ed è la pianta che non può assolutamente mancare in un laghetto ornamentale, in quanto, con i suoi fiori e foglie galleggianti, rende “magico” lo specchio d’acqua.

– Le ninfee rustiche sono costituite da una radice rizomatosa la quale deve essere piantata nella semplice terra naturale posta sul fondo dello stagno o all’interno di un vaso. Le foglie e i fiori rimangono liberi di galleggiare

– Grazie ad abili Botanici ed ibridatori come Joseph B.L.Marliac, Perry’s D.Slocum, Kirk Strawn, Pairat Songpanich, Mike Giles e molti altri, attualmente possiamo scegliere fra tantissime varietà che si adattano ad ogni profondità e superficie. Tra queste ce ne sono alcune, come ad esempio la specie Tetragona, che possono essere coltivate anche in un piccolo contenitore mentre altre come l’Attraction, si adattano a profondità di 150 cm!

– Tanti sono anche i colori dei fiori: dal giallo, al bianco, al rosso, al rosa, al pesca, tramonto ecc… Quelli che cambiano colore dal giallo all’arancio o dal rosa al rosso ed altre sfumature e combinazioni. Recentemente sono state ottenute ninfee rustiche a fiore porpora, viola (Intersubgeneriche – incroci tra Rustiche e Tropicali), rosa e rosso spesso fluorescenti e con le più svariate gradazioni. Inoltre i fiori si distinguono per la forma: a coppa, a stella, a calice, a petali sottili, larghi, a punta, arrotondati, curvati ecc…Alcuni poi emergono dall’acqua ed rilasciando un gradevole profumo.

Alcuni tipi di fiori

—-———-————-——-——

-Un’altra caratteristica relativa ai fiori di queste piante è che possono essere semplici (17/20 petali) come ad esempio Nymphaea Alba oppure fiori doppi (30/40 petali) come ‘M.me Wilfron Gonnere’ o addirittura “stradoppi” cioè avere anche oltre 100 petali come ‘Gloyre du temple sur lot’.

– Anche le foglie si differenziano tra loro: oltre che per la taglia anche per molti altri dettagli, come la forma ovale, arrotondata, allungata, con i lobi aperti, chiusi, aperti a V, sovrapposti, con macchie, puntini, sfumature, con bordo marcato, ondulato ecc…

Alcuni tipi di foglie

——–—–————-———————-

– Va ricordato che esistono, in piccola percentuale, delle varietà chiamate ‘vivipare’ cioè in grado di produrre nuove piante dai fiori marcescenti. Questa è un’altra capacità che hanno alcune ninfee per riprodursi.

– In conclusione queste piante sono molto robuste, prolifiche e non hanno esigenze particolari, soltanto terra, acqua e sole. Si possono coltivare all’aperto tutto l’anno in quanto durante i mesi invernali, perdono soltanto foglie e fiori mentre i rizomi rimangono vitali svernando anche sotto uno spesso strato di giaccio. Poi, dal mese di febbraio/marzo, riprendono nuovamente il loro il loro ciclo vegetativo che si protrae fino a settembre/ottobre.